Il Pesce Fresco in Salento si compra al Mercato di Porto Cesareo

Il mare è senza dubbio uno dei punti forti del Salento, uno dei motivi principali per il quale tantissimi turisti italiani e stranieri decidono di recarsi in questa zona d’Italia ogni estate. Spiagge di soffice sabbia bianca, scogliere alte ed imponenti, fanno da cornice ad un mare talmente saturo di colore che a volte sembra non essere reale.

Ma al di la dell’aspetto turistico e paesaggistico, il mare nasconde al suo interno una delle più grandi ricchezze della penisola salentina, che sicuramente avrete assaggiato nei ristoranti tipici della zona: il pesce fresco. Uno degli ingredienti principali della tradizione gastronomica salentina, che viene cucinato, come vi mostriamo spesso nella nostra sezione dedicata, in mille modi diversi e proposto spesso e volentieri nelle divertenti sagre estive.

Basti pensare alla sagra del pesce che si tiene a Gallipoli, alla sagra dedicata al riccio di mare a Porto Badisco, alle diverse sagre del polipo, con la sua tipica insalata, o al colore unico della scapece, altra prelibatezza locale tipica fatta con pesce azzurro fritto conservato in mollica di pane imbevuta di aceto e zafferano, della quale abbiamo già analizzato dettagliatamente la ricetta in questo articolo. Insomma, se state pensando ad una vacanza da queste parti non potrete sottrarvi ad una buona ricetta salentina a base di pesce fresco.

Fonte: Vizionario.it

Il mercato del pesce fresco a Porto Cesareo

Di posti dove è possibile comprare il pesce appena pescato ce ne sono diversi, a patto che siate disposti a svegliarvi di buon’ora al mattino. Innanzitutto dobbiamo segnalare il famoso mercato di Torre San Giovanni e di quello ancora più suggestivo organizzato al porto di Gallipoli.

Oggi però andremo ad analizzare un altro posto imperdibile per gli amanti del pesce fresco, ovvero il grande mercato che si tiene tutti i giorni a Porto Cesareo, di fronte alla meravigliosa Isola dei Conigli. Qui si trova una strada che raccoglie circa sei pescherie, ognuna a capo di un gruppetto di imbarcazioni che riportano ogni mattina sulla terra ferma quintali di ottimo pesce fresco.

Quando non ci sono i blocchi o condizioni climatiche avverse, in questa zona del Salento il mercato si tiene quotidianamente e i pescatori, dopo una notte di pesca in mare, rientrano di buon’ora al mattino carichi di prelibatezze da esporre al pubblico sempre numeroso. La merce viene esposta e i clienti sostano per controllarne la qualità e contrattarne il prezzo.

Fonte: Vizionario.it

Recandovi in questo posto non solo avrete modo di acquistare dell’ottimo pesce fresco da cucinare a vostro piacimento, ma potrete scoprire l’essenza vera del Salento, della sua gente, del suo dialetto e delle sue dinamiche quotidiane. Il tutto immerso nelle prime luci del mattino che rendono la location circostante ancora più bella e suggestiva.

Per quanto riguarda i consigli pratici, come per molte altre cose, è meglio evitare di recarsi al mercato del pesce di Porto Cesareo nel mese di agosto, quando c’è la massima affluenza di turisti e di conseguenza meno pesce fresco, e di domenica, altra giornata decisamente affollata. Durante la settimana, magari in primavera o ad inizio estate non avrete alcun problema a godervi la vostra mattinata al mercato locale.

Un’ottima occasione per comprare il vostro pesce fresco, scattare qualche fotografia alle meraviglie che vi circondano e magari fare sosta al bar per un delizioso caffè in ghiaccio accompagnato da un pasticciotto, se non avete avuto il tempo di prepararlo manualmente seguendo la nostra ricetta originale, per iniziare davvero al meglio la vostra giornata di vacanza in Salento. Che ne dite?

Intanto vi ricordiamo che, se cercate le migliori strutture ricettive a Porto Cesareo per organizzare già da oggi la vostra vacanza in Salento, potete visitare questi comodi links:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.