Una meta per le tue vacanze in Salento: Santa Caterina

Condividi:Share on Facebook498Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Email this to someone

L’estate è ancora lontana ma non è mai troppo presto per iniziare a pensare a quelle che saranno le prossime vacanze estive. Come vi abbiamo detto in più occasioni, il Salento offre davvero tantissime mete per chi è in cerca di spiagge da sogno, relax e divertimento.

Una delle più amate è ad esempio Santa Caterina, una frazione del comune di Nardò, in provincia di Lecce. Ci troviamo quindi sul versante ionico, a soli 7 chilometri di distanza dal capoluogo, in una posizione molto comoda per qualunque tipo di spostamento. Ma vediamo di scoprire qualcosa in più su questo magico lembo di Puglia.

santa caterina salento

Santa Caterina

In questo tratto di costa la scogliera si presenta piuttosto bassa, intervallata da tratti prettamente sabbiosi. Questo luogo nasce soprattutto come avamposto difensivo nei confronti degli attacchi da parte dei Saraceni provenienti dal mare, ed è per questo che nel XVI secolo furono fatte costruire due torri di avvistamento a pianta quadrata, rispettivamente Torre Santa Caterina e Torre dall’Alto.

Degli elementi che sono tipici del territorio salentino e che potrete ammirare molte volte percorrendo la sua costa. Le torri furono fatte costruire dagli spagnoli, in modo tale che ogni torre potesse comunicare con quelle vicine il pericolo imminente. Da qui potete ammirare a sud la bellissima Gallipoli e a nord Porto Selvaggio, le due località vicine.

Santa Caterina è caratterizzata da una parte collinare definita Le Cenate, composta da un insieme di villette molto antiche e suggestive, e la parte costiera, ovvero il lungomare, meta imperdibile di abitanti e turisti ogni estate. Nonostante la prevalenza di scogliera infatti, le acque sono molto basse e quindi comode anche per chi va al mare con i bimbi piccoli.

Inoltre, i processi millenari di innalzamento e abbassamento del livello del mare, hanno conferito alla costa una particolare conformazione a gradoni. Senza dimenticare che Santa Caterina fa parte del Parco Naturale e Palude del Capitano, un parco regionale inserito tra i “cento luoghi da salvare” dal fondo FAI.

Recandovi a Santa Caterina per le prossime vacanze, capirete ad una prima occhiata perché nel 2008 è stata inserita tra le località marittime più belle d’Italia, aggiudicandosi il quinto posto. 😉

Condividi:Share on Facebook498Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Email this to someone

Rispondi