Minitour d’arte di due giorni nel Salento: tra Lecce e Gallipoli

Per rendere ancora più interessanti le vostre vacanze nel Salento, oltre alle spiagge e ai mari meravigliosi, vi consiglio di ritagliare un po’ del vostro tempo per visitare alcuni dei luoghi artistici e storici più interessanti.

Vorrei proporvi a riguardo un minitour all’insegna dell’arte, per trascorrere due giorni alla scoperta delle bellezze architettoniche, a Lecce e Gallipoli.

Porta Rudiae

Porta Rudiae

Partendo da Lecce, durante la prima giornata del minitour, potrete accedere al centro storico attraversando Porta Rudiae, una vera e propria porta di accesso nata sulle rovine di una porta più antica. Alta ed imponente, vi colpirà soprattutto per i fregi su cui sono collocati i busti dei mitici fondatori della città.

Dovrete parcheggiare qui l’auto e proseguire verso il corso della città a piedi.

Entrando nel centro storico vi renderete conto da subito come ci sia la predominanza di decorazioni in stile barocco, mescolate ad aspetti tipicamente locali, come l’utilizzo della pietra leccese per la realizzazione di finissime decorazioni.

Arrivati in piazza del Duomo potrete osservare intorno a voi una serie di bellissimi edifici barocchi, tra i quali spicca il Duomo della città. Caratteristico soprattutto per la sua facciata dalla sontuosa decorazione seicentesca, valorizzata negli ultimi anni da un portale di bronzo.

Duomo di Lecce

Duomo di Lecce

Proprio di fronte al duomo, nella Piazza, troverete un ufficio di informazioni turistiche al quale chiedere gli orari di apertura e di visita dei vari edifici, oltre alla possibilità di prendere parte a delle visite guidate della città.

Tutta quest’arte vi avrà fatto venire fame! Potreste rimanere in centro e fermarvi all’Osteria della divina provvidenza, in Via F. Rubichi. Un locale dall’atmosfera calda ed accogliente nel quale potrete gustare soprattutto le numerose specialità a base di pesce, come il trancio di tonno al sesamo.

Cartina da Lecce a Gallipoli

Nel pomeriggio potreste continuare la passeggiata nel centro della città e magari visitare uno dei numerosi negozietti di antiquariato presenti in zona, come Gerardi Antichità collocato nella piazzetta di Santa Chiara, dove potrete trovare oggetti unici da riportare magari con voi da questa vacanza.

La prossima tappa merita di essere visitata la mattina presto quando le barche rientrano dalle battute di pesca notturna. Vi consiglio quindi di trascorrere qui la notte, scegliendo una delle tante strutture ricettive (se siete in famiglia potete optare per una soluzione come il Residence Villa Vacanze Paradiso, vicino a Gallipoli), ovvero la nostra tappa successiva all’interno del minitour, alla quale potrete avvicinarvi già dal tardo pomeriggio percorrendo con la vostra auto circa 40 km sulla SS 101.

Gallipoli

Gallipoli vi stupirà per la sua stranissima forma, si tratta infatti di una città divisa in due: la parte nuova e la parte vecchia della città, racchiusa in una piccola isola. Potrete raggiungere il centro storico a piedi, tramite un ponte che lo collega alla parte nuova della città e godendovi durante la passeggiata, tutti i colori che questa città marinara offre.

Arrivati nel centro storico dovreste visitare la Chiesa di San Domenico al Rosario, una delle più importanti della città, conosciuta soprattutto per la sua facciata caratteristica, realizzata in carparo con preziosi motivi floreali. Anche l’interno è davvero suggestivo, soprattutto grazie ai numerosi dipinti realizzati dal pittore gallipolino Catalano.

Per mangiare un boccone vi consiglio di fermarvi da Il ghiottone, collocato nella parte vecchia della città in Via Antonietta De Pace. Si tratta di una stuzzicheria con tanti tavoli disposti lungo la strada, dove è possibile assaggiare tutta una serie di specialità salentine, come le frise, le pucce o le pittule fritte. Un’alternativa veloce e gustosa ai tradizionali ristoranti.

Nel pomeriggio potreste continuare la passeggiata nel centro storico di questa affascinante cittadina, magari gustando un bel gelato.

Gallipoli

Per poi tornare verso sera alla vostra auto ed intraprendere il viaggio di ritorno, percorrendo di nuovo la SS 101 collegata alle principali destinazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.