Offerta Last Minute – Aprile

Pasqua al mare a Torre Vado
Pasqua al mare a Torre Vado

Offerte Vacanze Salento Pasqua 2017  a Torre Vado in 1/2 pensione 2 giorni in 1/2 pensione in camera classic € 52.00 al giorno a persona con acqua e vino incluso 2 giorni in 1/2 pensione in camera economy vista mare € 48.00 al giorno a persona con acqua e vino incluso 2 giorni in 1/2 pensione in camera … Guarda l'offerta

OFFERTE PER PASQUA E PASQUETTA IN MASSERIA

Offerte Vacanze Salento OFFERTE PER PASQUA E PASQUETTA IN MASSERIA Pasqua e pasquetta 2017 Puglia RICHIEDI DISPONIBILITA’ : info@specolizzi.it      cell. 3404852981    www.specolizzi.it Pacchetto 3 giorni / 2 notti a partire da € 135,00 a persona a seconda della sistemazione scelta. Periodo offerta : 15/04/2017 – 17/04/2017 Il pacchetto comprende: • Arrivo il 15/4/2017 e... Guarda l'offerta

Vacanza nel Salento: Villetta Marisa a Torre Vado zona Pescoluse

Offerte Vacanze Salento Villetta a Torre Vado -zona Pescoluse (Maldive del Salento): 300 m dal mare e 900m dalla spiaggia di Pescoluse. 6-7 posto letto, 3 camere da letto, 2 bagni, 2 verande, 2 posti auto Articolo originale su Vacanza nel Salento: Villetta Marisa... Guarda l'offerta

Primo Maggio nel Salento

Porto Badisco. Foto by User:Nikater (Own work) [CC-BY-SA], via Wikimedia Commons.

Fra sacro e profano. L’aprile salentino è un misto di eventi legati alla passione religiosa che animano una terra fortemente tradizionalista, oltre a varie occasioni per svagarsi in famiglia e con gli amici sfruttando l’aria primaverile che inizia a spargere profumi e colori per tutto il territorio.

La Pasqua, naturalmente, è la protagonista indiscussa del mese, con tutto il corollario di eventi e appuntamenti ad essa legati. Come detto, il Salento è un luogo di storia e folklore, che affonda le proprie radici nella cultura cristiana e cattolica, con tanto di tradizioni secolari legate alla pratica religiosa. Dunque, la Pasqua diventa un giorno atteso, una festività preparata, una ricorrenza vissuta e, più profanamente, un’occasione per conoscere alcuni degli aspetti più unici ed autentici della cultura popolare locale.

Così scopriamo che durante il periodo della Quaresima, è un’usanza tutta salentina quella di riunirsi in gruppi di improvvisati musicisti e cantanti e girare fra le strade dei paesini intonando l’antico “Santu Lazzaru”, uno dei canti della Passione di Cristo: il rito consiste nel fermarsi davanti alle porte delle case ed eseguire gli stornelli del canto, per ricevere doni, soprattutto cibo o denaro da devolvere in beneficienza.

Sempre legate alla Passione sono le visite ai Sepolcri della sera del Giovedì Santo, occasione unica anche per contemplare i centri storici e le antichissime chiese. Ed ancora le struggenti processioni del Venerdì Santo, durante le quali si possono ancora ammirare antichi rituali come i percorsi svolti a piedi scalzi o il rito della vestizione delle varie Confraternite. Uno dei cortei religiosi più emozionanti e sentiti è senza dubbio quello che si svolge a Gallipoli. Ma girando per le vie della ‘città bella’ non spaventatevi se all’improvviso, sopra le vostre teste, trovate delle vecchiette appese: si tratta delle famose ‘Caremme’, ovvero fantocci raffiguranti anziane signore che vengono sospese con delle corde in aria per poi venire letteralmente esplose nel giorno della Pasqua, a mezzogiorno, in segno di purificazione dai propri peccati.

Arriviamo così alla domenica di Pasqua, durante il quale, dopo le varie funzioni religiose, ci si ritrova con parenti e amici per il consueto pranzo dove degustare le tante specialità della gastronomia salentina, fra cui un dolce tipico del periodo Pasquale: l’Agnello di pasta di mandorla… da provare!

Il giorno seguente è dedicato alle gite fuori porta, occasione unica per trascorrere un po’ di tempo all’aria aperta e alla scoperta del territorio. La Pasquetta leccese, da tradizione, vuole che ci si muova tutti verso il ‘Rauccio’, il parco alle porte della città barocca, per trascorrere Lu Riu, il martedì’ di Pasquetta, appunto.

Nei 500 ettari di parco naturale, attività organizzate, musica, intrattenimenti, itinerari guidati e giochi, riempiono la giornata in mezzo a tanto spazio verde. Da qualche anno l’amministrazione comunale offre anche un servizio di trasporto pubblico gratutito per raggiungere il parco nel giorno della pasquetta.

Vero e proprio motivo di orgoglio di Lecce, è poi l’organizzazione, già da qualche anno, del Festival del Cinema Europeo, una festa della cultura europea e mediterranea, che prevede la proiezione di circa 100 film di artisti e registi provenienti da ogni angolo d’Europa. Ospiti internazionali, dibattiti e presentazioni caratterizzano la settimana dedicata al grande schermo e che si svolge al Cinema Massimo di Lecce.

Nelle serate di Aprile sono da segnalare alcune sagre, come la sagra della Madonna di San Fili a Monteroni, il 21; la Sagra del Pesce “a sarsa” a Castro, il 26. La sagra delle Pappaiottule (particolari polpette) a Castrì di Lecce, il 27, e la Sagra del Peperone a Turino, frazione di Tricase, il 28.