Offerta Last Minute – Gennaio

Capodanno nel Salento

Foto Flickr by Shaun Merritt. Licenza CC BY.

Quando la magia del Natale non si è ancora spenta, quando i colori della primavera sono ancora lontani, il Salento offre i suoi motivi per scaldare i freddi giorni di Gennaio.

Le prime ore del nuovo mese e del nuovo anno sono dedicate naturalmente ai festeggiamenti, con la beneaugurante convinzione che un piacevole Capodanno sia propedeutico per i successivi 365 giorni. E non esiste modo migliore, allora, che ammirare la prima alba a Otranto, nel punto più ad est d’Italia, e precisamente a Punta Palascia nello storico appuntamento de “L’Alba dei Popoli” , in un contesto tanto suggestivo quanto significativo. Per i più mondani, invece, sono imperdibili i concerti in piazza, con le cittadine di Gallipoli, Galatina e Lecce sempre in prima fila, a far da concorrenza alle feste in villa e nelle masserie sparse nel territorio salentino.

Smaltiti i postumi dei festeggiamenti, ancora poco tempo per visitare i presepi: non una semplice passeggiata fra statue o rappresentazioni storiche, ma un vero e proprio percorso artistico fra l’ingegno dell’artigianato locale e la passione religiosa di chi crea, personifica, mette in piedi piccole grandi opere d’arte. Ce n’è per tutti i gusti: i presepi nelle chiesette dei centri storici, gli scenari suggestivi dell’anfiteatro di Lecce, della dolina di Sanarica, del borgo di Specchia che accolgono la natività, e poi le tante masserie trasformate in piccoli villaggi, con al centro la mangiatoia, e le storiche rappresentazioni dei presepi viventi che contano migliaia di visite ogni anno. Visite che terminano, come da tradizione, il giorno dell’Epifania, quando l’imminente spegnimento delle luci viene addolcito da caramelle e cioccolato distribuiti ai bambini nelle piazze salentine da brutte ma generose Befane.

L’Epifania tutte le feste si porta via, ma non in Salento. Si avvicina, infatti, l’attesissima Focara di Novoli, evento di richiamo per migliaia di visitatori. Nei giorni 16-17-18 gennaio si tengono a Novoli i festeggiamenti in onore di Sant'Antonio Abate, patrono del paese, e la famosa "festa del fuoco", che vede nel gigantesco falò il simbolo di una tradizione locale antichissima e molto sentita.

A rallegrare le fredde serate di un gennaio salentino ci sono anche le storiche sagre, come quella della Pestanaca, promossa dalla Pro Loco di Tiggiano per valorizzare e promuoverne l’immagine della carota, con il solito e piacevolissimo seguito di stand enogastronomici, canti, balli, luci ed eventi. Appuntamento, come di consueto, al 18 e 19 gennaio.

Il primo mese dell’anno salentino, inoltre, coincide con l’inizio della stagione teatrale, nei numerosi palcoscenici sparsi per il territorio, fra cui i teatri di Lecce, Nardò, Gallipoli e Aradeo.

Buon divertimento e buon anno nel Salento!