Offerta Last Minute – Ottobre

Gallipoli

Il castello di Gallipoli. Foto di Carmelo Raineri.

Mettete da parte la nostalgia dell’estate, delle giornate al mare, della spiaggia e delle notti brave. Innanzi tutto perché nel Salento l’autunno si manifesta tardi, molto tardi: ottobre è ancora mese di caldo e bagni, di clima assolutamente gradevole, di scampagnate e passeggiate. E poi perché l’ottobre salentino ha colori, profumi, atmosfere piacevolissime tutte da scoprire, esaltate da eventi e feste pensate ad hoc.

Come il suggestivo appuntamento con il “Barocco Wine Music”, che si svolge solitamente l’11 ottobre nel centro storico di Galatina. Il nome dice tutto: ottimo vino e musica d’autore fra le meraviglie architettoniche del barocco salentino, che rendono la città di Galatina è un vero e proprio museo a cielo aperto.

Va in scena in ottobre anche il Festival Internazionale dei Popoli, rassegna promossa dal Comune di Aradeo e che nella prima settimana del mese prevede la valorizzazione degli aspetti interculturali salentini, tramite la partecipazione di artisti ed esponenti provenienti dai Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, e che storicamente hanno influito sulla cultura salentina.

Ma se settembre è il mese del vino, della prima vendemmia, ottobre è il periodo in cui ha inizio un altro rituale quasi ‘sacro’: la raccolta delle olive. Armati di rete, rastrelli, cassette per la raccolta e tanta buona volontà, trascorrere una giornata tra gli oliveti delle campagne salentine è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita. Il raccolto viene, poi, trasportato nei moderni o antichi frantoi, per uscirne sotto forma di prezioso olio, uno dei migliori frutto della terra del Salento.

All’ “olia cazzata”, cioè all’oliva schiacciata, viene dedicata anche una sagra a Martano, dal 16 al 19 del mese. È un evento dedicato, appunto, all’olio e all’oliva e ai sapori della gastronomia locale, una per tutti la bruschetta. E proprio il pane con pomodoro e condito con olio d’oliva è “omaggiato” in altre due sagre, a Campi Salentina e Ruffano. Dal 10 al 12, invece, l’appuntamento è a Palmariggi, per assaporare profumi e sapori tipici autunnali e un altro frutto delle campagne salentine, la melograna.

La castagna è di casa a Melendugno, nella festa tenuta dal 24 al 26, mentre per i “meat lovers” sono da segnare in agenda le sagre della carne di maiale, organizzate a Muro Leccese, Carpignano, Ortelle e Miggiano.

Per nutrire anche la mente, appuntamento con i quattro giorni del Tedx, l’importante rassegna itinerante basata sulle “idee che meritano di essere diffuse”. Da tre anni, ormai, il suggestivo Politeama Greco di Lecce ospita workshop, interviste, testimonianze, progetti e discussioni a cui partecipano giornalisti, professionisti e curiosi da tutta Italia.