Offerta Last Minute – Speciale Ponti

Festeggiare i ponti nel Salento

I Bastioni di Otranto. Foto di Carmelo Raineri.

Aspettando le ferie estive o le vacanze natalizie, ogni occasione è buona per concedersi qualche giorno di meritato riposo. I ponti sono spesso dei giorni “benedetti”, che permettono di staccare per un due o tre giorni dalla frenesia del lavoro e dal ritmo quotidiano. Circostanze imperdibili per visitare, anche se brevemente, il Salento.

Preso d’assalto nei mesi estivi, il tacco d’Italia riesce probabilmente a infondere il meglio del proprio fascino nei giorni lontani dai periodi di grandi ondate turistiche e folte masse di visitatori. Città, paesini, strutture, coste, campagne e l’immenso bagaglio culturale, storico e artistico, possono essere goduti meglio e con meno stress nei pochi giorni di riposo concessi dal calendario solare.

Si inizia con il ponte del 25 Aprile, giorno dedicato alla celebrazione della liberazione d’Italia dall’occupazione nazifascista grazie alle forze della Resistenza. Nei vari comuni del Salento, in questa giornata, si scopre un grande spirito nazionale e patriottico. Il Salento è uno dei territori che maggiormente ha contribuito a popolare l’esercito italiano durante le guerre. Numerose manifestazioni e cortei rendono omaggio alla Resistenza e ai valorosi salentini che ne fecero parte.

Il Primo Maggio, festa dei lavoratori, è invece un giorno da dedicare al riposo e alle prime scampagnate. Da qualche anno, l’appuntamento principe della giornata si svolge al Kurumuny, parco naturalistico di Martano. Circa 500 persone occupano la campagna del parco per condividere cibo, vino, idee, musica e proposte in un contesto bucolico e affascinante.

La Festa della Repubblica del 2 Giugno invece rappresenta una delle prime occasioni per godersi il mare. Dopo le manifestazioni istituzionali dedicate alla celebrazione della Repubblica Italiana, infatti, ci si dirige verso le coste per concedersi un po’ di relax. Il giugno salentino è già caldissimo, ma le ondate turistiche sono ancora lontane, il momento è ideale per godere di spiagge e mare.

Clima diverso per il Ponte Ognissanti, il 1° Novembre. La principale attrattiva non è certo quella di dirigersi verso la costa ma, piuttosto, quella di partecipare a eventi caratteristici, come quello della fiera di Ognissanti a Carpignano Salentino. Si tratta di un appuntamento fra i più antichi del territorio, costituito da un grande allestimento per le vie del comune che, un tempo, esponeva strumenti perlopiù agricoli e rimandanti al lavoro contadino, mentre ora è arricchito da ogni tipo di prodotto o oggetto.

L’ultimo ponte dell’anno è solitamente quello dell’Immacolata, l’8 dicembre. L’aria che si respira è già quella del Natale, con le sue atmosfere, i mercatini e i sapori tipici della tradizione culinaria salentina, come le pittule calde.

Anche pochi giorni sono sufficienti per scoprire le atmosfere del Salento e innamorarsene.